Resoconto 4° Gara CIVF

stagione 2023

Il 19° Trofeo FIF Città di Sassello, la gara che ha segnato il grande ritorno del CIVF nel classico circuito ligure, si è disputata il 15 e 16 luglio e ha visto i successi di Enrico Giudici (Suzuki SLR B3) e Vittorio Gonella (Polaris RZR Xpro TM2)

Per la quarta gara del 2023, organizzata dalla Federazione Italiana Fuoristrada, il CIVF è tornato nello storico crossodromo Giardinetti di Sassello (SV), sull’Appennino ligure al confine con il Piemonte, da dove mancava dal 2019. La pista ligure è da sempre molto amata dai piloti della Velocità Fuoristrada per la tipologia di percorso.

Il crossodromo, appena ristrutturato, vanta ora una pista lunga 2,1 chilometri e larga almeno 6 metri, il che la rende molto adatta ai sorpassi. La prova prevedeva 4 giri e, a causa della siccità, nonostante la pista fosse abbastanza bagnata, per questioni di sicurezza la direzione di gara ha optato per le partenze singole dei concorrenti, anziché doppie.

Veniamo alla cronaca della gara, nelle varie categorie.

In Classe A2 Luca Righelli (Suzuki Samurai 1.3 Turbo) ha dovuto confrontarsi con un Claudio Labruzzo (Suzuki Samurai 1.3 Turbo) molto agguerrito dopo aver saltato la gara precedente e nonostante ciò si è classificato primo di classe e quarto nella classifica assoluta, mentre Labruzzo si è posizionato sesto assoluto.

In Classe N1 Gazzetta-Foglia (Suzuki Jimny) hanno corso in solitaria senza tanti problemi e hanno concluso alla decima posizione della classifica assoluta.

Nel Gruppo TM il campione in carica Vittorio Gonella, su Polaris RZR Xpro TM2, ha confermato la sua leadership arrivando primo assoluto TM e di gruppo. Bertolani-Fontanini (Can Am Maverick Turbo TM2), nonostante qualche problema alle ruote, si sono piazzati secondi assoluti TM e di gruppo. Claudio Esposto (Polaris RS1 TM2), anche lui afflitto da qualche noia all’impianto elettrico e ad un supporto motore, nonostante tutto ha concluso terzo assoluto TM e di gruppo. Giornata sfortunata per Luca Pagani: un paio di rotture, una nelle prove libere e l'altra nella prima prova speciale, lo hanno costretto al ritiro.

La Classe B1, una delle categorie da sempre più combattute, ha visto Renato Moscati piazzarsi al primo posto con la sua Alfa Romeo Matta, seguito a sorpresa dall'esordiente William Niati su Suzuki Turbo Proto, che ha dimostrato di avere un buon passo. Terza posizione per Gazzetta-Cortese su Ford Sierra Cosworth.

La Classe B2 ha visto salire per la prima volta sul primo gradino del podio Lanfranchini-Panizza su Jeep TD Proto, che hanno preceduto nell'ordine Corrado Gromo su Suzuki 1.9 TDI, alla sua prima apparizione in campionato, e Renato Reggiani su Jeep TD Proto. Sfortunata Serena Rodella che nella quarta prova speciale, su un salto, si rovesciava riportando danni alla sua Audi Mini 1.9 TD e qualche escoriazione causata dal gancio del casco, per fortuna nulla di grave.

Gara fantastica per le Classi B3 e B4 che hanno visto molto combattivi i rivali di sempre, ma anche grandi amici, Enrico Giudici su Suzuki SLR e Stefano Fioroni su Suzuki W4. A causa di una foratura nella quarta prova speciale Fioroni ha dovuto cedere il passo a Giudici, che ha concluso al primo posto assoluto e di Classe B3. Fioroni si è classificato secondo assoluto e primo di Classe B4. Massimo Reggiani su Mini Cooper ha disputato una gara sempre all’attacco per raggiungere i due rivali in testa e alla fine si è posizionato terzo assoluto e secondo di Classe B4.

Classifica assoluta

1. Giudici Enrico Suzuki SLR B3 40'25.86
2. Fioroni Stefano Suzuki W4 B4 40'39.27
3. Reggiani Massimo Mini Cooper B3 41'12.66
4. Righelli Luca Suzuki Sierra A2 43'31.62
5. Moscati Renato Alfa Romeo Matta B1 43'40.54
6. Labruzzo Claudio Suzuki Sierra 1298 A2 43'55.41
7. Lanfranchini-Panizza Jeep TD Proto B2 44'05.13
8. Pavesi Stefano Proto Yamaha Polaris B4 44'08.98
9. Gromo Corrado Suzuki 1.9 Tdi B2 45'28.43
10. Gazzetta-Foglia Suzuki Jimny N2 50'22.73

Gallery fotografica completa della gara

TORNA SU